CHI SIAMO

 

L’Associazione per la soluzione delle controversie As-Connet nasce nel 2009 per volontà di Carlo Penna e Enzo Mauro.

 

Nel 2010 è iscritta al Ministero di Giustizia con il numero 53 al Registro degli Organismi di Mediazione e al numero 52 dell’elenco degli Enti di Formazione dei mediatori.

(ultimo “provvedimento dirigenziale – PdG n. 53 e PdG n. 52)

 

La sua prima sede è in Ostuni (BR) e tale resta sino al 2017 quando è trasferita a Napoli.

 

Il suo scopo principale quale organismo di mediazione è quello di gestire le procedura di mediazione in ottemperanza di quanto previsto dal Dlgs 28/2010 e del decreto di attuazione DM 180/2010.

 

Quale Ente di Formazione quello di preparare adeguatamente alla gestione delle mediazioni coloro i quali intendono svolgere la professione di mediatori, nonché tenere i corsi obbligatori di aggiornamento biennali di 18h.

 

Sino ad oggi ha gestito, con i propri mediatori e nelle sedi accreditate, più di 7000 procedure di mediazione, con una percentuale di successo, relativamente alle mediazione nelle quali le parti erano entrambe presenti, del 26% * nella media nazionale (vedi dati pubblicati trimestralmente dalla Direzione Statistica del Min. Di Gius.).

* La direzione di statistica e analisi organizzativa con sede presso il ministero della giustizia ha reso note le statistiche sulla mediazione civile relative al primo semestre del 2018. Uno dei dati più incoraggianti riguarda l’aumento della percentuale di aderenti comparsi. Nella prima parte del 2018 ben il 50,2% degli aderenti ha deciso di sedersi intorno ad un tavolo con il mediatore e la controparte. Questo dato, in costante crescita da quando la mediazione è stata istituita, dimostra che nel procedimento di mediazione cominciano a crederci anche i cittadini e non soltanto parte degli addetti ai lavori. Ovviamente ancora tanto c’è da fare affinché si possa parlare di una vera e propria cultura della mediazione ma, la crescita degli aderenti comparsi unita alla crescita lenta ma costante degli accordi raggiunti ad aderente comparso (26%), consentono di immaginare un futuro maggiormente positivo per la mediazione.

 

Il nucleo del suo staff è costituito da persone preparate e motivate, sia come mediatori che come formatori, e, riteniamo, senza timore di essere smentiti, che il suo operato è stimato ed apprezzato da tutti coloro che hanno usufruito dei suoi servizi, stando alla percentuale di valutazioni positive delle schede che obbligatoriamente le parti sottoscrivono al termine della procedura e che sono inviate periodicamente al Ministero di Giustizia (valutazioni negative meno dell’1% del totale).

 

Oltre la professionalità dei nostri mediatori, profusa nello svolgimento delle mediazioni,  l’Organismo e il suo staff  hanno sempre affiancato le parti negli adempimenti procedurali prima, durante e dopo  lo svolgimento dei procedimenti.

 

Siamo rapidi ed efficienti sia nella trattazione della domanda di mediazione (protocollazione, invio lettera di invito) sia nella fissazione delle date degli incontri.